Ospedale Monterotondo, scatta la “mobilitazione territoriale” per salvarlo. Alessandri: “Pressing sulla Regione”. Ieri in assemblea gli amministratori di tutta la zona

Chiuse le partite elettorali scatta la "mobilitazione territoriale" per salvare l'ospedale di Monterotondo. Il pressing sulla Regione è partito ieri sera da un'assemblea convocata dal sindaco Mauro Alessandri alla biblioteca comunale che ha visto schierati allo stesso tavolo, insieme con operatori sanitari e amministrativi, anche il nuovo sindaco di Fonte Nuova Fabio Cannella, i rappresentanti istituzionali del Comune di Mentana e una delegazione dell'assemblea dei sindaci Cassia-Tiberinache sta lavorando ad un documento di sostegno al pieno mantenimento delle funzioni per acuti dell'ospedale eretino. "Incalzeremo la Regione - dice Alessandri - affinché gli impegni assunti pubblicamente dal presidente Zingaretti venti giorni fa siano mantenuti. Monterotondo non è sola in questo percorso, le presenze istituzionali dimostrano che l'intero territorio condivide le nostre istanze e il senso civico della nostra mobilitazione".

fonte http://www.lavocedelnordestromano.it

 

CERCA NEL
SITO

CRETONE.NET
SOCIAL

AddThis Social Bookmark Button

AGGIUNGI LA PAGINA AI TUOI SOCIAL NETWORK